GENDER+ – L’identità di genere nella formazione professionale

postato in: News, Progetti, Progetti finanziati | 0

Il progetto Gender+  è  finanziato nel quadro del Programma Erasmus Plus dell’Unione Europea.

Il principale scopo del progetto è quello di supportare il personale delle scuole di formazione professionale per aiutarle ad acquisire specifiche competenze per rispondere alle esigenze e ai bisogni di studenti con identità di genere diversificate.

Il bisogno di questo progetto nasce dal fatto che anche se in alcuni paesi europei già esistono esempi eccellenti di formazione con un approccio di genere, questi sono sempre impostati su una visione univoca delle differenza di genere e non aiutano i professionisti a capire veramente come approcciarsi alle esigenze dei singoli gruppi. 

Gender+ vuole adottare un approccio dal basso, che prenda in considerazioni la pluralità delle identità di genere (dalle donne, alle persone trans agli uomini). In concreto verranno realizzati strumenti di benchmarking e governance  che possano guidare le istituzioni di formazione professionale per capire come modificare i propri servizi e il proprio approccio per renderlo maggiormente inclusivo.

 

Risultati del progetto:

  • Una Carta Gender+ che stabilisce i requisiti minimi che un ente di formazione professionale deve avere per potersi dire realmente inclusivo. La Carta comprenderà strumenti di formazione, suggerimenti per la definizione di politiche di gestione delle risorse umane e strumenti di supporto agli studenti.
  • Uno strumento interattivo di benchmarking per aiutare i dirigenti degli enti di formazione a capire quanto effettivamente il proprio ente sia inclusivo di ogni diversità di genere. Permetterà di valutare se si è in linea con i requisiti minimi richiesti e quali possono essere i passi da intraprendere per migliorare il proprio livello di inclusività. Per aiutare gli enti di formazione a misurare i propri progressi verso una effettiva inclusività, lo strumento permetterà di definire il proprio ‘impatto di genere” che dovrebbe diminuire man mano che l’organizzazione si attiva per rispondere ai requisiti minimi.
  • Una lista di competenze proprie del “Campione del Genere” per caratterizzare professionisti specializzati nell’inclusione delle differenze di genere.

Vuoi saperne di più? Scrivici: research@ciape.it