Metodologie Innovative nell’educazione degli adulti per l’Europa del futuro

postato in: News, Progetti | 0

Students in Computer Lab --- Image by © Royalty-Free/Corbis

Il progetto Europeo “Metodologie innovative nell’educazione degli adulti per l’Europa del futuro” si pone l’obiettivo di affrontare le attuali sfide europee legate alla crisi dei rifugiati, attraverso l’utilizzo di metodologie innovative nell’educazione degli adulti.

Il progetto coinvolge quattro organizzazioni provenienti da diversi paesi: Polonia, Spagna, Inghilterra ed Italia, con una profonda esperienza nella formazione degli adulti, che condivideranno le proprie tecniche e metodologie di lavoro, al fine di adattarle e renderle efficaci per i gruppi target del progetto.

La formazione sarà basata su tali metodologie innovative, come video partecipativi e storytelling, che saranno tradotte in applicazioni pratiche rese idonee ai gruppi marginalizzati a cui il progetto si rivolge.

Ogni organizzazione sarà in grado di sviluppare programmi in linea con le sfide specifiche della politica migratoria nazionale. I programmi risultanti saranno liberamente disponibili per tutte le organizzazioni interessate, che potranno condividere e/o rielaborare i risultati del progetto a seconda delle proprie necessità.

 

Gli obiettivi del progetto comprendono:

  1. Comprensione e scambio di strumenti particolarmente efficaci nel quadro di una formazione inclusiva, con particolare enfasi sugli aspetti specificatamente inerenti i rifugiati e gli altri target della politica migratoria;
  2. Supporto alla formazione professionale di coloro che operano nel campo della formazione degli adulti (nell’ambito dell’educazione audiovisiva) al fine di introdurre innovazione e migliorare la qualità dell’offerta formativa;
  3. Aumento di capacità, attrattività e dimensione internazionale delle singole organizzazioni.

 

I principali risultati attesi sono:

Programmi formativi – saranno sviluppati diversi programmi formativi per i diversi gruppi sociali richiedenti maggiore inclusione (rifugiati, migranti, ecc.) attraverso l’utilizzo di differenti metodologie didattiche. I programmi terranno in considerazione problemi, opportunità, aspettative, bisogni e valori di ciascuno di questi gruppi.

Piani di attuazione – ogni organizzazione partner preparerà documenti strategici al fine di favorire la replicabilità dei curricula formativi adottati.

Proposte di progetti formativi – individuazione di proposte progettuali relative ad ogni specifico gruppo target (locale), tenendo in considerazione la disponibilità di fondi nazionali o internazionali.

Scenari per le attività formative – le organizzazioni partner predisporranno quadri strategici con l’indicazione delle attività formative da realizzare.