My Gender Rights – favorire l’inclusione dei minori non accompagnati

postato in: News, Progetti, Progetti finanziati | 0

41“My Gender Rights” si pone l’obiettivo di favorire l’inclusione dei minori non accompagnati, anche in una prospettiva di genere, attraverso lo sviluppo di strumenti integrati ed indirizzati a professionisti, giovani volontari e ai migranti stessi.

L’uguaglianza tra uomini e donne costituisce un principio fondamentale dell’Unione Europea. La strategia Europa 2020 sottolinea come l’uguaglianza di genere sia una leva per la crescita economica, l’occupazione, la coesione sociale e lo sviluppo sostenibile.
Allo stesso tempo, l’Europa deve affrontare una seria crisi migratoria, in cui attenzione speciale deve essere riservata ad un gruppo sociale particolarmente debole ed indifeso – i minori non accompagnati. Ciò è stato evidenziato dal Consiglio d’Europa e dall’Alto Commissariato per i Rifugiati delle Nazioni Unite (UNHCR); entrambi hanno richiesto programmi europei indirizzati a supportare i minori non accompagnati che assicurino una loro maggiore inclusione.

Il progetto “My Gender Rights” svilupperà cinque strumenti educativi e formativi inerenti i temi dell’uguaglianza di genere e dell’inclusione di minori non accompagnati. L’approccio suggerito è particolarmente rilevante per i giovani migranti cresciuti in paesi con una legislazione differente ed un diverso punto di vista in merito all’uguaglianza di genere rispetto all’Europa.

Il progetto è condotto da sei paesi colpiti dalla crisi dei migranti: Bulgaria, Francia, Germania, Italia, Turchia e Gran Bretagna. L’approccio di tipo internazionale è in grado di arricchire l’efficienza del progetto, contrastando i differenti livelli di maturità dei vari contesti nazionali nel favorire l’uguaglianza di genere e l’accoglienza dei minori non accompagnati.

Attraverso “My Gender rights” il partenariato mira a raggiungere importanti obiettivi:
sensibilizzare ed educare i minori non accompagnati, così come i professionisti ed i giovani volontari che si prendono cura di loro.
– fornire agli operatori giovanili ed ai volontari che si prendono cura dei minori non accompagnati, le abilità necessarie a lavorare con loro in una prospettiva di genere.
educare i minori non accompagnati in una prospettiva di genere per quel che riguarda i loro diritti e la loro vita sociale e lavorativa futura.
– fornire ai centri di accoglienza ed alle organizzazioni che lavorano con i minori non accompagnati, strumenti formativi ed educativi appropriati.

Questi obiettivi saranno perseguiti attraverso lo sviluppo di cinque strumenti formativi ed educativi:
Un corso E-Learning sulle problematiche relative all’uguaglianza di genere, indirizzato ad organizzazioni operanti nel settore della gioventù ed ai centri di accoglienza per minori non accompagnati
Un Cartone animato con finalità educative sull’uguaglianza di genere
Testimonianze video realizzate da ex minori non accompagnati
Laboratorio-gioco sull’uguaglianza di genere per minori non accompagnati, creato con il contributo dei loro pari
Una Guida all’uguaglianza di genere per i nuovi arrivati, creata con il contributo dei loro pari.