Progettare l’inclusione sociale a livello europeo

postato in: Corsi, Eventi, News, Uncategorized | 0

M_DSC0044Domenica 16 Dicembre 2018, CIAPE ha parlato di progettazione europea e inclusione sociale nel quadro dell’evento “S(up)port the future: Co-progettare l’inclusione”, organizzato dall”ASD Liberi Nantes per celebrare e chiudere il progetto S(up)port Refugees Integration, pilot action promossa dalla DG EAC della Commissione Europea volta a coinvolgere, tra Febbraio e Dicembre del 2018, 100 donne rifugiate e richiedenti asilo in quattro attività sportive (calcio, touch rugby, ginnastica posturale ed escursionismo).

“Progettare l’inclusione sociale a livello europeo. Le opportunità della programmazione Erasmus+ 2019” è il titolo del tavolo di approfondimento guidato da Eleonora Perotti, fondatrice e presidente di CIAPE, in presenza di onlus romane e rappresentanti dell’UNHCR, Agenzia delle Nazioni Unite specializzata nella gestione dei rifugiati.

M_DSC0121Il tavolo ha voluto rappresentare un momento di approfondimento e condivisione, volto a massimizzare il potenziale co-creativo e trasformativo di un network multi-attoriale, accomunato dalla volontà di contribuire alla costruzione di una società più aperta, solidale e inclusiva, a partire dall’analisi delle opportunità offerte da uno strumento di finanziamento quale l’Erasmus+ (il Programma europeo per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport), che per il 2019 prevede un’attenzione particolare per iniziative miranti all’inclusione di individui e gruppi vulnerabili, e dalle buone pratiche ed approcci metodologici sviluppati nel settore dal Centro Italiano per l’Apprendimento Permanente a partire dal 2009.

Hai un’idea progettuale ma avresti bisogno di saperne di più sulle opportunità di finanziamento offerte dall’Europa?

Contattaci! ciape@ciape.it


Crediti fotografici: Valerio Maggio (copertina) e Antonio David Sinopoli (corpo articolo).