Tecniche Video Partecipative: attività “train-the-trainer” per l’empowerment di adulti svantaggiati

postato in: Eventi, News, Uncategorized | 0

P1190804Dal 15 al 20 ottobre, CIAPE ha partecipato al secondo laboratorio transnazionale previsto nell’ambito del progetto Metodologie innovative per l’educazione degli adulti per il futuro dell’Europa (IMAEFE), incentrato sul tema delle Tecniche Video Partecipative.

 

Lanciato alla fine del 2016 e cofinanziato nell’ambito del programma Erasmus+, il progetto IMAEFE vuole affrontare la crisi migratoria che investe l’Unione europea attraverso la promozione, lo scambio e l’implementazione di metodologie di apprendimento innovative per discenti adulti.

 

Magistralmente animato dal partner ospitante, COTOPAXI, il workshop si è distinto per un marcato orientamento ai processi di sviluppo individuali e di gruppo: ciascun partecipante (professionisti dell’educazione degli adulti, operatori sociali, terapisti, artisti…) ha potuto acquisire sia conoscenze che competenze – specifiche e trasversali – attraverso un percorso formativo interattivo e ben strutturato.

 

Una serie di sessioni pratiche ha permesso al gruppo di esplorare il potenziale della tecnica da un punto di vista educativo e di inclusione sociale, finalizzato all’empowerment di soggetti vulnerabili, attraverso un’analisi preliminare del contesti Europeo e polacco. Ciò ha contribuito a chiarire una volta di più la logica alla base della metodologia.

 

P1190735I successivi approcci con la strumentazione sono serviti a rompere il ghiaccio tra i partecipanti, ma soprattutto tra questi e “la macchina”, sviluppando un’identità di gruppo coerente con le premesse del workshop, e strutturando la capacità di ciascun partecipante di controllare e gestire al meglio il proprio lavoro.

 

Al fine di esplorare da un punto di vista pratico le opportunità di inclusione prospettate dalla metodologia, il gruppo ha potuto beneficiare di una serie di esperienze di studio presso centri di accoglienza per adulti affetti da disordini psichici (SDS B Pod Skrzydlami), fondazioni dedicate all’inclusione socio-culturale di immigrati ucraini in Polonia (Nasz Wybor), laboratori di tecniche VP dedicati ad anziani (Pozne debiuty).

 

Il workshop si è concluso con un gran finale, i partecipanti hanno infatti raccolto e messo in pratica quanto appreso, scendendo in strada per girare video-interviste, interrogando i locali circa la loro percezione del fenomeno migratorio… ovviamente, sempre prestando la dovuta attenzione alla qualità delle inquadrature, dell’audio e dell’ambiente lato sensu!

 

22519365_1452085118200610_720894156316458510_nNumerosi sono gli elementi che contribuiscono a rendere questa metodologia efficace per l’inclusione sociale di un target composto da adulti svantaggiati e/o vulnerabili: la tecnica VP, infatti, rafforza e stimola la motivazione e il coinvolgimento attivo dei partecipanti, dando voce ad esperienze personali ed interessi reali, contribuendo quindi a sviluppare la creatività, l’autostima e tutta una serie di abilità tecniche e sociali. Essa favorisce, inoltre, la strutturazione di processi di costruzione comunitaria, affinando le capacità comunicative del gruppo e stimolando capacità di critica e consapevolezza.

 

 

A breve pubblicheremo un avviso per raccogliere le manifestazioni di interesse di quanti desiderino partecipare al prossimo workshop transnazionale, che avrà luogo dall’8 al 13 gennaio 2018 a Gijon (ES).

Curios@ di scoprire quale sarà il nuovo tema? Tieni d’occhio il nostro sito e la nostra pagina Facebook!