ECD PLUS

Sostenere i genitori per una migliore cura della prima infanzia

Questa iniziativa mira a favorire lo sviluppo professionale continuo degli educatori che operano con bambini provenienti da ambienti socialmente svantaggiati ed i loro genitori, formandoli su nuove metodologie d’insegnamento che possano essere applicate in contesti educativi formali e non formali in tutta Europa.

In particolare, il progetto offre strumenti pratici per:

– Supportare i genitori nella creazione di ambienti in grado di assicurare uno sviluppo sicuro e armonioso dei bambini.

– Sviluppare nei genitori le abilità sociali e le conoscenze relative alla cura della prima infanzia, all’importanza del ruolo genitoriale, ai diversi modelli e approcci alla cura, con particolare attenzione alla comunicazione con i figli e alla comprensione reciproca, alle opportunità per sostenere l’apprendimento dei bambini e la costruzione di un approccio positivo all’apprendimento.

– Spiegare ai genitori l’importanza ed il significato della partecipazione dei propri figli all’istruzione pre-primaria (asili nido e scuole dell’infanzia).

– Favorire il dialogo con i bambini su “argomenti sensibili”, come povertà, disabilità, esclusione, rifiuto, paura, violenza, ecc.

– Consentire ai bambini di sviluppare il ragionamento critico, parlare apertamente dei propri sentimenti e combattere pregiudizi, stigmatizzazioni e discriminazioni.

– Migliorare la vita psicosociale dei bambini attraverso la costruzione di comunità in classe.

– Favorire la conoscenza dei temi della diversità, dell’interculturalità, dell’equità e della giustizia sociale.

– Costruire la coscienza critica nominando la realtà, dando voce a chi di solito viene messo a tacere e costruendo alleanze.

Strumenti di formazione specifici e raccomandazioni politiche servono a sostenere il processo.

Il progetto, finanziato dal programma Erasmus+, è gestito da CIAPE in partnership con altre organizzazioni provenienti da Slovacchia (capofila), Serbia e Ungheria.

Per maggiori informazioni: opportunities@ciape.it

Comments are closed.